31 dic 2009

Fine anno


Ni el pormenor simbólico
de reemplazar un tres por un dos
ni esa metáfora baldía
que convoca un lapso que muere y otro que surge
ni el cumplimiento de un proceso astronómico
aturden y socavan
la altiplanicie de esta noche
y nos obligan a esperar
las doce irreparables campanadas.
La causa verdadera
es la sospecha general y borrosa
del enigma del Tiempo;
es el asombro ante el milagro
de que a despecho de infinitos azares,
de que a despecho de que somos
las gotas del río de Heráclito,
perdure algo en nosotros:
inmóvil.



10 dic 2009

Nessuno sa che...

Non posso non mettere sul mio blog questo capolavoro creato dalla mia Robertina.
Scusate l'orgoglio di mamma, ma....



NESSUNO SA CHE...

Nessuno sa i miei piccoli segreti.

Nessuno sa che se un fiore sta appassendo, una stilla di speranza gli ridarà la vita.

Nessuno sa che se un mulino smette di ruotare, il soffio dell'incanto gli ridarà vigore.

Nessuno sa che se le nuvole avvolgono il cielo oscuro, un raggio di amore farà spuntare il sole che guarderà il novello giorno un po' intontito.

Nessuno sa che se il fuoco non brucerà più i dolori, il vento li dissolverà comunque nell'aria.

Nessuno sa che se le stelle nella notte non basteranno a illuminare ovunque, in cielo si accenderà una nuova stella, quella che tu, con me farai rivivere.

Nessuno sa che amerei viaggiare per farmi rapire dalla bellezza di nuovi posti e di nuova gente.

Nessuno sa che quel sogno che tanto nutrivo può divenir realtà, se ci credo nella magia che si avverrà.

Ma tutto il mondo sa che ormai sognare è il seme della vita, che la speranza ne è la radice e l'amore il fusto che regge i frutti dell'incanto.


Roberta

08 dic 2009

Non capisco


Non capisco la gente che litiga a volte per delle sciocchezze: non fa che spegnere l'ardere della serenità.
Non capisco la gente che se la prende con i più piccoli: che grande effetto gli fa la gloria e la superiorità?
Non capisco quelli che parlano dietro le spalle: il dialogo e la comunicazione sono le chiavi dell'amicizia.
Non capisco chi ha sempre un musone sul volto: sù, il sorriso fa accendere la gioia e la letizia.
Non capisco la gente che ama la solitudine: la vita è fatta di amici e persone che ti vogliono bene.
Non capisco la gente che si arrende facilmente: rincorrere e desiderare un sogno, della crescita sono il seme.

Questo testo poetico l'ho rubato dal quaderno della mia piccola grande Roberta. Nove anni e tanta saggezza.

07 dic 2009

guerrieri solari



A Cecilia e Giulio, guerrieri solari. 

"Il guerriero della luce non dimentica mai il vecchio detto :"Il buon capretto non strepita".
Le ingiustizie accadono. Tutti sono coinvolti in situazioni che non meritano, generalmente quando non possono difendersi.
Molte volte la sconfitta bussa alla porta del guerriero.
In questi momenti egli rimane in silenzio. Non spreca energia con le parole, perchè le parole non possono far niente....
E' meglio usare le forze per resistere e pazientare, sapendo che Qualcuno sta guardando.
Questo Qualcuno dà al guerriero ciò di cui ha bisogno: il tempo.
Prima o poi, tutto tornerà a lavorare a suo favore.
Un guerriero della luce è saggio.
Non commenta le sue sconfitte.
Si adopera con tutte le forze per uscire dalla situazione in cui si trova!"

Paulo Coelho

02 dic 2009

Consenso popolare uguale immunità ?



Devono essere tempi davvero duri se Fini, già da un bel po', mi pare l'unico vero politico autorevole garantista democratico esistente nel nostro misero scenario politico!

 " Ci sia da parte del capo dell’esecutivo innanzitutto rispetto verso gli altri poteri che in una democrazia ben organizzata garantiscono pesi e contrappesi». Questo «vuol dire che Berlusconi eletto dal popolo, seppure in modo improprio perché noi siamo una democrazia parlamentare ma sulla scheda elettorale c’è il nome del capo del candidato premier,ha il dovere di continuare a governare, ha il diritto di governare e il dovere di rispettare gli altri poteri: quello giudiziario, il Parlamento e ovviamente tutti gli organismi di garanzia che nella nostra Costituzione ci sono e hanno prerogative ben precise, la Corte Costituzionale, il Capo dello Stato, le varie magistrature»
      e ancora:
"Penso cioè, pur con tutti gli errori che possono commettere, alla magistratura che nella lotta alla mafia merita assoluto e totale rispetto. Se io perdessi la fiducia nella magistratura perderei fiducia nella democrazia."

Tanto di cappello a Fini!
Gli articoli dei quotidiani qui  <<  e qui <<  per saperne di più.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails