10 apr 2009

Kafka on the Shore

Vento di Van Gogh
Qualche volta il destino assomiglia a una tempesta di sabbia che muta incessantemente la direzione del percorso.
Per evitarlo cambi l'andatura. E il vento cambia andatura, per seguirti meglio.
Tu allora cambi di nuovo, e subito di nuovo il vento cambia per adattarsi al tuo passo.
Questo si ripete infinite volte, come una danza sinistra col dio della morte prima dell'alba.
Perchè quel vento non è qualcosa che è arrivato da lontano, indipendente da te.
E' qualcosa che hai dentro. QUEL VENTO SEI TU.
Perciò l'unica cosa che puoi fare è entrarci, in quel vento, camminando dritto, e chiudendo forte gli occhi per non far entrare la sabbia.
Attraversarlo, un passo dopo l'altro.


1 commento:

Dual ha detto...

Un saluto ed una buona serata.Se cerchi risorse free per il tuo blog vieni a trovarci!!
Dual.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails