06 mar 2009

Il mio nome è rosso

di Orhan Pamuk
Un romanzo denso e raffinato, venato di intrighi e misteri, ambientato nell'Istanbul di fine xvi secolo, un mondo al tramonto. Un tuffo nel raffinato mondo della miniatura. Il contrasto tra il Maestro Osman e Zio Effendi è la contrapposizione tra la miniatura dell'Oriente e la prospettiva dell'Occidente, tra tradizione e modernità. Un libro corale dove perfino il colore, la moneta, l'albero hanno voce. La bella e scaltra Sekure, l'innamorato ed ingenuo Nero, la simpatica ruffiana Esther, l'irascibile Hassan accompagnano il lettore in un incantevole viaggio nella cultura ottomana fino alle stanze segrete del palazzo del Sultano. Il fascino di un giallo e lo spessore di un romanzo storico.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails